Biodanza e Teatro sociale - Formazione - Biodanza con Riccardo Cazzulo. Psicologia Positiva, Costellazioni e Counseling - Genova, La Spezia e Liguria

Vai ai contenuti

Menu principale:

Biodanza e Teatro sociale - Formazione

Biodanza > Biodanza e Teatro Sociale

NUOVO CICLO DI FORMAZIONE



VAI ALLE INFO>>>






INTERNATIONAL BIOCENTRIC FOUNDATION
Assessorato alla Metodologia


CORSO DI FORMAZIONE NELL'ESTENSIONE "BIODANZA & TEATRO SOCIALE"
e relativo stage vivenciale "Dalla maschera allo smacheramento".
a cura di Riccardo Cazzulo

CALENDARIO DEGLI STAGE

1° Modulo  9/10 ottobre 2010
2° Modulo 22/23 gennaio 2011
3° Modulo 18/19 giugno 2011
4° Modulo  15/16 Ottobre 2011
------------------
Milano - Palestra Olistica Salus - Via San Martino,14  



PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA FORMATIVA



PREMESSE GENERALI
L’estensione in “Biodanza & Teatro Sociale” nasce dalla mia esperienza pluriennale come insegnante di Biodanza e dal mio percorso formativo in Teatro Sociale, definibile anche come Teatro di Comunità, presso il Teatro dell’Ortica di Genova e in ulteriori altri contesti formativi paralleli.
A tale processo formativo seguì il mio intervento presso la comunità terapeutica per tossicodipendenti “Ceis” di Genova dove ebbi modo di integrare la Biodanza ed il Teatro di Comunità in due laboratori annuali con spettacolo finale.   
Il lavoro col gruppo all’interno della comunità ha rappresentato l’opportunità di creare “sul campo” una metodologia di integrazione delle due discipline che dopo il buon esito del primo laboratorio (2007) fu ulteriormente affinata e migliorata nel laboratorio dell’anno seguente.
A questo punto la metodologia di base, seppur in evoluzione,  può ritenersi collaudata e applicabile a tutti i contesti definibili di intervento sociale ed educativo quali scuole, comunità, disabilità, dipendenze, carcere,  circoscrizioni disagiate, contesti multietnici e di formazione.
Questo progetto fu visionato da Rolando Toro che ne rimase favorevolmente impressionato autorizzandone ufficialmente l’estensione interdisciplinare che venne successivamente supervisionata da Eliane Matuk, al fine di essere messa a punto nel miglior modo possibile in conformità alla metodologia di Biodanza, in un processo durato oltre un anno.
Il laboratorio di Biodanza e Teatro Sociale rivolto all’utenza si sviluppa per buona parte attraverso un percorso tradizionale di Biodanza al quale verrà applicata la metodologia tipica del Teatro Sociale al fine di trasformare la vivencia in uno spettacolo vissuto e dalla spiccata valenza sociale rivolto ai membri stessi della comunità.

DESTINATARI
Il corso di specializzazione è riservato agli insegnanti titolari di Biodanza e agli allievi delle scuole in fase di tirocinio (con l’autorizzazione del direttore della propria scuola), in particolar modo a chi opera già per lavoro o volontariato in comunità, istituzioni o contesti di natura sociale, educativa, formativa e terapeutica o prevede di presentare progetti di intervento in tali ambiti.
E’ altresì un ottimo percorso formativo per gli insegnanti o tirocinanti di Biodanza che desiderano migliorare le capacità espressive e creative e potenziare le proprie abilità nella conduzione dei gruppi.
Soprattutto sarà un'occasione per approfondire la conoscenza del teatro e viverne l'esperienza da dentro con l'occhio del facilitatore di Biodanza.

Le competenze maturate durante la formazione offriranno la base per la realizzazione e conduzione dello stage vivenciale "DALLA MASCHERA ALLO SMACHERAMENTO"


COMPOSIZIONE DEL GRUPPO DI FORMAZIONE
In considerazione della dinamica di gruppo che verrà proposta e della necessità di avere una sufficiente quantità di tempo per la formazione individuale dei corsisti, il gruppo sarà a numero chiuso non inferiore ai 8 partecipanti ne superiore ai 16.

FINALITA’ GENERALI DEL CORSO
Offrire all’insegnante di Biodanza la competenza di base per integrare il Teatro Sociale alla classe tradizionale di Biodanza mirata alla performance offrendo l’opportunità all’utente di sperimentare ulteriori linguaggi espressivi, comunicativi e sociali e alla comunità di appartenenza la possibilità di rafforzare la propria identità di gruppo attraverso un processo che parte dalla vivencia, attraversa la narrazione e si conclude nella performance.

AZIONI DI INTERVENTO
La proposta di Biodanza & Teatro Sociale oltre ai contesti citati in premessa vuole dedicare particolare attenzione all’intervento nei quartieri cittadini periferici soprattutto in quelli più disagiati. L’obbiettivo è quello di offrire una risorsa contro l’individualismo e l’alienazione tipica dei “quartieri dormitorio” delle grandi e medie città. In tale contesto il laboratorio di Biodanza & Teatro Sociale ha l’obbiettivo di far incontrare i cittadini riscattando il senso dei riti sociativi come descritti da I. Eibes-Eibesfelt, creare dei vincoli affettivi e dare vita ad una memoria di comunità attraverso i processi di narrazione che verranno proposti durante il laboratorio vivencial e poi condivisi con tutto il quartiere.
Normalmente la performance avverrà una sola volta senza repliche nella maniera più autentica e spontanea possibile e dovrà avere la caratteristica della festa e del rito coinvolgendo tutta la comunità, portando quindi la Biodanza all’esterno del gruppo di laboratorio vivencial.
Sarà questo uno spazio e un tempo rituale dove poter anche proporre una breve sessione di Biodanza per inizianti ai partecipanti alla festa conclusiva del laboratorio che lo vorranno con il doppio risultato di avvicinare tra loro i cittadini e divulgare il Sistema Biodanza che potrebbe poi continuare con un corso settimanale.
Anche all’interno di comunità istituzionali la performance finale sarà rivolta ai membri della stessa.
Inoltre:
- il quartiere o il paese di riferimento può essere quello della sede di un normale corso settimanale che può allargare il suo raggio di azione sociale alla comunità  offrendo una performance di buon livello a fine corso.
- Il percorso si presta anche per uno stage residenziale di almeno una settimana che si concluda in una performance di valore sociale rivolta al territorio ospitante.
- Infine le competenze apprese possono essere utilizzate all'interno di corsi settimanali di approfondimento qualora per un certo periodo si voglia ulteriormente lavorare sul tema dell'espressione.
- Tale competenza offre anche la possibilità  per lavorare in equipe con operatori socio-sanitari, di teatro sociale o di altre discipline possedendo un'ulteriore chiave di accesso alle istituzioni.

OBBIETTIVI SPECIFICI DELL’ESTENSIONE
- Integrazione dell'essenza della Biodanza, e quindi la Vivencia e il Principio Biocentrico, agli aspetti rituali e creativi del laboratorio teatrale e dell'antropologia della performance.

- Recuperare l’antica vocazione di evento sociale e luogo di aggregazione del teatro nonchè della danza, riscoprendone la matrice comune nel rituale comunitario.

- Approfondimento della Linea di Vivencia della Creatività in un contesto sociale e affettivo.

- Integrare all’aspetto tipicamente non verbale della vivencia il linguaggio verbale della narrazione: una forma di teatralità spontanea caratterizzata da una notevole valenza sociale, che nasce come un momento di forte coinvolgimento diretto dei soggetti entro la vita di una comunità o di un gruppo.
In epoca preindustriale la narrazione costituiva lo strumento di condivisione della comunità stessa intorno ad un centro, momento di condivisione di uno spazio circoscritto e ritagliato dal resto del mondo.

- Sviluppare la capacità di cooperazione e di creazione collettiva tra i partecipanti, stimolando lo stesso atteggiamento nella vita quotidiana della comunità.

- Stimolare processi di integrazione e interazione sociale costruendo rapporti pacifici tra religioni, comunità e persone diverse.

- Portare la Biodanza al seno della comunità rendendola partecipe e instaurare una comunicazione empatica con il “coro degli astanti” allo spettacolo che appartengono alla stessa comunità.

 - Creare un ponte e quindi le basi per una sinergia ed una collaborazione professionale tra la Biodanza ed il Teatro Sociale ed Educativo come già avviene tra la Danzaterapia ed il Teatro Sociale.

ARTICOLAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA
Il percorso prevede un approfondimento teorico, vivencial e metodologico che si articolerà attraverso questi tre segmenti:

Tematiche di Biodanza che assumono un ruolo centrale in questa estensione

Tematiche ponte tra la Biodanza e il Teatro Sociale

Tematiche tipiche di Teatro Sociale


DURATA
Al fine di maturare un’esperienza e una formazione minima indispensabile in ambito di Teatro Sociale e di Comunità Il corso avrà la durata di 4 moduli da svilupparsi nell’arco di un anno.


IL PERCORSO FORMATIVO IN DETTAGLIO


Primo modulo

TEORIA:

Definizione di Biodanza e Teatro Sociale

Focalizzazione sulle tematiche di Biodanza che hanno una centralità in questa estensione interdisciplinare

Nascita e sviluppo

Aspetti filosofici e antropologia della performance: Dilthey, Toro, Turner

Dalla vivencia alla performance

Il Teatro Sociale in Italia

Antecedenti: l’Happening , Il Living Theatre, Il Teatro dell’Oppresso

Visione di alcuni spezzoni di video di Biodanza e Teatro Sociale

PRATICA:

Vivencia di espressività

Il riscaldamento nel training dell’attore

Scrittura vivencial

Prima esperienza di rappresentazione teatrale della vivencia (1° livello)


Secondo modulo
TEORIA:

Cenni storici e antropologici sul teatro

Il teatro greco: la funzione sociale del teatro

Dal teatro greco al teatro di comunità

Azione teatrale – Azione sociale

La funzione del gioco

Il laboratorio teatrale e il teatro povero

Il lavoro dell’attore su se stesso e il training dell’attore

Il Teatro Sociale: obbiettivi, contesti e progetti  

PRATICA:

Sessione di Biodanza basata sul “Modello del Movimento Umano” di R. Toro

Sessione di Biodanza con danze ed esercizi funzionali alla performance

Giochi di improvvisazione teatrale

Creazione guidata di una performance secondo i criteri del Teatro Sociale integrati alla Biodanza. Dare voce alla comunità. (2° livello)



Terzo modulo
TEORIA:

La drammaturgia della vivencia

I livelli dell’esperienza

Narrazione e scrittura autobiografica

Rito, mito, favola e poesia

Il teatro di narrazione

La commedia dell’arte

L’improvvisazione

Pirandello e la maschera sociale

Antropologia della maschera

Dalla maschera allo smascheramento - Indicazioni di base per la conduzione dell'omonimo stage vivenciale relativo a questa estensione.


PRATICA:
Laboratorio di drammaturgia della vivencia

Narrazione di sè attraverso la favola

L'incontro con la maschera neutra

Approfondimento sull’utilizzo della maschera



Quarto modulo

TEORIA:

Elementi di metodologia

Cenni sul videofeedback e utilizzo della videocamera

Laboratorio di arte creativa e scenografia

Il processo di restituzione

Il diario di bordo


PRATICA:

Cooperazione in gruppo nella creazione di una breve performance di Biodanza e Teatro Sociale (3° livello)

Lavoro individuale sul palco

  

MATERIALE DIDATTICO
Oltre alle dispense che verranno consegnate ad ogni stage di formazione verrà suggerita la lettura di alcuni testi base della bibliografia tra un modulo e l’altro.

FORUM DIDATTICO
In linea con le più moderne metodologie di formazione partecipata è attivo un forum didattico riservato ai corsisti che verrà progressivamente aggiornato e sarà fruibile da tutti i cicli di formazione successivi proprio al fine di stabilire tra i partecipanti uno scambio sui temi ed un allargamento della conoscenza in modalità permanente.
Oltre alla possibilità di interagire tra corsisti il forum verrà progressivamente arricchito di materiale didattico come: relazioni degli stessi allievi, dispense, bibliografia, sitografia, videoteca e lezioni universitarie in materia.

RETE
Al termine del quarto modulo formativo verranno definite le basi operative per la creazione di una rete di collaborazione tra gli specialisti di Biodanza e Teatro Sociale al fine di condividere i progetti sul territorio in ambiti differenti e lo sviluppo dell’estensione stessa attraverso una modalità partecipativa.

DATE E SEDE DEL CORSO DI FORMAZIONE
Il corso si terrà a Milano presso la palestra “Olistica Salus” Via San Martino, 14
Nelle seguenti date:
9 e 10 Ottobre 2010     
22 e 23 Gennaio 2011
18 e 19 Giugno 2011    
15 e 16 Ottobre 2011  

DIPLOMI IBF
I diplomi, rilasciati dalla International Biocentric Foundation, saranno consegnanti solo a coloro che avranno completato i quattro moduli. Per i tirocinanti il diploma avrà validità soltanto dopo la titolazione.

PERNOTTAMENTO
Ostello convenzionato vicino alla palestra a prezzo modico.

CONTATTI
Per altre informazioni sul corso, sulla logistica ed iscrizioni contattare:
Riccardo Cazzulo
riccardocazzulo@gmail.com
010-3012297     339-5459651


Riccardo Cazzulo
Laurea in psicologia.
Insegnante tutor e didatta di Biodanza, specializzato in Biodanza acquatica; Progetto Minotauro; L’identità ed i 4 elementi; Voce, musica e percussioni; Amore, sessualità e coppia.
Master in Teatro Pedagogico e Sociale.
Costellatore sistemico-familiare
Counselor ad indirizzo Gestaltico pluralista integrato e Art Counselor.
Operatore di massaggio olistico.
                                                                                                                                                      

Torna ai contenuti | Torna al menu