Metodo Olodramma - Biodanza con Riccardo Cazzulo. Psicologia Positiva, Costellazioni e Counseling - Genova, La Spezia e Liguria

Vai ai contenuti

Menu principale:

Metodo Olodramma

TeatroDanza Terapia

OLODRAMMA
Un palcoscenico per incontrare se stessi attraverso l'altro


Percorso di gruppo rivolto alla formazione della persona attraverso l'esperienza pratica e che utilizza prevalentemente gli strumenti:

- della comunicazione non verbale e dell'espressione corporea mediante il movimento su musica e giochi sensoriali

- della comunicazione verbale tramite il linguaggio teatrale, l'improvvisazione, i giochi di ruolo e i giochi psicodrammatici

- dell'espressione del proprio mondo interiore attraverso l'arteterapia.

La metafora del teatro olistico sta a rappresentare la possibilità che viene offerta al partecipante di esprimersi nella sua interezza corporea, emozionale, mentale, sensoriale ed immaginativa all'interno del gruppo che rappresenta l'ambiente sociale ed ha la funzione di contenere le esperienze del singolo offrendo feedback.

Il percorso viene condotto utilizzando anche competenze e tecniche di counseling psicologico di gruppo  secondo un orientamento pluralista integrato tra l'Umanistico-Esistenziale, la Gestalt, l'Analisi Transazionale e la Sistemica.

MUSICA  MOVIMENTO  GIOCO  CREATIVITA'   CONSAPEVOLEZZA

COSA:

L’Olodramma (Holos-Dramma) o Teatro Olistico, è un percorso all’interno di un gruppo rivolto all‘autoconoscenza, alla crescita personale e al benessere che affonda le sue radici nell'approccio olistico e  multidisciplinare.

Nasce dall'incontro di prassi laboratoriali basate sulla  danza e sul movimento  (Biodanza, Danza Rituale, Danza Creativa e Danza Terapia) con la Teatroterapia, il Teatro Pedagogico,  la drammatizzazione, l'improvvisazione e messa in scena di vissuti e altre tecniche tipiche dell'atelier di Arteterapia per il benessere, il tutto condito dal genius ludi e quindi dal gioco inteso come gioiosa dimensione esistenziale.
Il termine terapia riferito alla danza, al teatro e all'arte non viene usato in senso restrittivo come trattamento delle malattie ma, in una visione olistica (dal greco holos, il tutto),  come sviluppo e mantenimento della salute intesa come benessere psicofisico.
A tale proposito l’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità) scrive nella sua Costituzione:
"La salute non è l'assenza di malattia o infermità, ma è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale".

All'interno di questo percorso il partecipante vive l'esperienza come un’unità inscindibile, un tutto, costituito da cinque dimensioni fondamentali tra esse interdipendenti: il corpo, le emozioni, la mente, i rapporti sociali e la spiritualità.
Ognuno di questi aspetti ha uguale importanza per l’essere umano ed un malessere o disagio su uno dei cinque piani comporta una mancanza di armonia e benessere anche nelle altre funzioni esistenziali.  
Oltre ai quattro livelli esistenziali di base nella visione olistica dell'uomo (corpo, emozioni, mente e spirito), il lavoro all'interno del gruppo di Olodramma prende in considerazione un quinto aspetto altrettanto importante per il Benessere dell'individuo che è quello dei rapporti sociali, ritenendo che una cattiva qualità degli stessi produca un disagio esistenziale al pari di quello provocato da squilibri in ognuna delle altre quattro dimensioni esistenziali.

Il percorso Olodrammatico si svolge all'interno di un gruppo stabile con incontri settimanali o in seminari residenziali durante il weekend o periodi più prolungati di convivenza e lavoro di gruppo.

COME:
La sessione del laboratorio settimanale ha la durata di circa 2,5 ore suddivise in una prima parte di lavoro non verbale legato principalmente a giochi di attenzione e comunicazione e al movimento su musica per lavorare sulla motricità, sul ritmo e l'espressione corporea favorendo inoltre la capacità di abbandono alle proprie sensazioni fisiche e lasciando di conseguenza andare tutta una serie di resistenze psicofisiche.
A questo punto il partecipante sarà predisposto ad entrare nella seconda parte della sessione dedicata alla consapevolezza di sè, all'introspezione ed alla creatività esistenziale (adattamento creativo all'ambiente), utilizzando il linguaggio teatrale o artistico mediante tecniche di drammatizzazione e improvvisazione o di arteterapia.

CIO' CHE RENDE UNICO L'OLODRAMMA RISPETTO AD ALTRI PERCORSI DI GRUPPO COLLOCABILI NELLA STESSA AREA DI INTERVENTO E' LA SEQUENZA DELLE PROPOSTE CHE SEGUONO SEMPRE UNA  PROGRESSIONE BEN PRECISA.
E' SOPRATUTTO TALE PROGRESSIONE CHE PERMETTE AL PARTECIPANTE DI CONCLUDERE LA SERATA IN UNO STATO DI BENESSERE E PIENEZZA.  ANCHE QUANDO VENGONO AFFRONTATE AREE SENSIBILI E NODI ESISTENZIALI VISTO CHE IL PROCESSO HA SEMPRE UN SGUARDO POSITIVO VERSO LA CONSAPEVOLEZZA ED IL CAMBIAMENTO INTENZIONALE.

Inoltre l'utilizzo di tecniche di counseling di gruppo attraverso la Gestalt o l'Analisi Transazionale permette ai partecipanti di vivere dei momenti di insight cioè momenti di improvvisa presa di coscienza di nodi critici della propria vita, come una forte luce che inaspettatamente si accende in una stanza buia.   A quel punto arriva la chiarezza, che a volte può  avere addirittura le caratteristiche di un piccolo choc, che permetterà di trovare soluzioni consapevoli e attuali al proprio periodo esistenziale.

Il percorso settimanale si sviluppa durante tutta la stagione in moduli trimestrali suddivisi per tematiche di riferimento.
Durante un seminario di almeno un weekend è invece possibile, dato il maggior tempo a disposizione, affrontare in maniera più approfondita la tematica  proposta aprendo, sviluppando e chiudendo il processo nella sua totalità entro il tempo a disposizione.

Alcune delle esperienze che verranno progressivamente affrontate nel percorso in base alle tematiche del corso o dello stage sono:

-Ritmo e Coordinazione nel movimento.
-Musicalità corporea
-Rituali di Danza collettivi
-Espressione corporea, vocale ed emozionale
-Tecniche di Rilassamento e Meditative
-Elementi di Training per Attori
-Creatività Artistica ed Esistenziale
-Arteterapia
-Teatro della Spontaneità
-Improvvisazione e Gioco
-Drammatizzazione, Giochi di Ruolo e Giochi Psicodrammatici
-Teatro Immagine
-Comunicazione verbale e non verbale
-Consapevolezza di sè
-Immaginazione Attiva e Fantasia
-Scrittura Creativa e Autobiografica
-Processi narrativi come cura di sè.
-Tecniche di Counseling di gruppo
-Tecniche Gestaltiche
-Costellazioni sistemiche
-Enneagramma

PER CHI?
Questo percorso si discosta dalle classiche scuole di teatro, scuola di recitazione, laboratorio con spettacolo finale,  gruppo tradizionale di psicodramma e di formazione professionale anche se è molto indicato per chi opera per professione o volontariato con gruppi di natura socio-educativa-terapeutica-formativa.
L'Olodramma percorre un sentiero di ricerca ed esplorazione personale e la sua collocazione è nell'Area Benessere, si rivolge alla persona sana che desidera intraprendere un  percorso esperienziale di consapevolezza, di autoconoscenza ed evoluzione personale al fine di mettersi in gioco, confrontarsi con gli altri partecipanti e stimolare la propria creatività esistenziale.


L'Olodramma è inoltre una via per relazionarsi e socializzare, osservare alcune delle proprie dinamiche esistenziali, aumentare le capacità espressive, comunicative, motorie e soprattutto entrare in contatto con il gioco una dimensione che da adulti spesso dimentichiamo, e addirittura fatichiamo a ritrovare, e che può invece donare nuovi stimoli e vitalità.

Il gusto del gioco fine a stesso è una delle più belle scoperte che si possa fare all'interno del percorso.
Il gioco ci porta in un mondo dimenticato fatto di gratuità, assenza di interessi personali e politici dove la soddisfazione personale arriva attraverso l'avventura alla ricerca delle proprie mille possibilità sconosciute.
Il gioco ha il grande potere di farci mettere da parte le preoccupazioni e le ansie di tutti i giorni con il risultato di poter prendere le distanze da molte situazioni difficili spesso gonfiate dalla nostra immaginazione e di ritrovare energia fisica e morale.
Attraverso il gioco avviene il recupero della spontaneità sempre più spesso imbavagliata dai tanti ruoli sociali che ognuno porta con se quotidianamente.

Il percorso è inoltre particolarmente adatto per chi sente la necessità di ampliare la propria capacità creativa e applicarla nelle sfide quotidiane, a chi vuole migliorare le proprie capacità espressive nella vita privata e nel lavoro superando blocchi, ansie e paure nella comunicazione in pubblico, riscattando il coraggio di portare avanti in maniera assertiva le proprie idee e progetti anche nelle situazioni più difficili.

Improvvisare significa uscire dal proprio ruolo sociale e dal personaggio che ognuno è costretto suo malgrado a mettere in scena nella vita di tutti i giorni.
L'aspetto forse più importante di questo percorso è la possibilità attraverso la protezione del gioco e della finzione di esprimere altri personaggi del nostro essere lasciando uscire dall'inconscio i sentimenti, i desideri ed i bisogni più profondi. Per questo motivo l'Olodramma è soprattutto un percorso che mira ad una maggiore autoconoscenza.
Succede quindi quella che può sembrare una grande contraddizione ma corrisponde alla centralità del percorso:

ATTRAVERSO LA FINZIONE DIVENTIAMO PIU' VERI.


Torna ai contenuti | Torna al menu