Il Blog della Biodanza - Biodanza con Riccardo Cazzulo. Scuola Biodanza Liguria IBF


BIODANZANDO
Vai ai contenuti

Connessioni tra Psicologia Positiva e Biodanza (Parte 2)

Biodanza con Riccardo Cazzulo. Scuola Biodanza Liguria IBF
Pubblicato da in Articoli · 19 Maggio 2020
Tags: PsicologiaPositivaBiodanzaBenessere
Dopo aver trattato nella prima parte di questo articolo le possibili connessioni esistenti tra la Psicologia Positiva e il Sistema Biodanza con una focalizzazione rivolta prevalentemente alla Psicologia Positiva esploreremo lo stesso tema spostando il punto di osservazione dalla parte della Biodanza.

Secondo una definizione  tecnica la Biodanza è un sistema di integrazione umana, di rinnovamento organico, di rieducazione affettiva  e di riapprendimento delle funzioni originarie della vita.  
La sua metodologia consiste nell’indurre esperienze integranti attraverso la musica, il movimento e situazioni di incontro di gruppo.
La metodologia della Biodanza si articola sull’integrazione tra musica, movimento e vivencia. Questi tre elementi formano una Gestalt in senso stretto, cioè un ‘insieme organizzato’ le cui componenti sono inseparabili, poiché la funzionalità dell’insieme richiede la partecipazione simultanea di ciascuna di esse.
La coerenza delle relazioni tra musica, movimento ed esperienza-vivencia assicura l’efficacia del metodo.

La musica è un linguaggio universale e in Biodanza ha la funzione essenziale di evocare vivencia. Le musiche utilizzate passano attraverso uno studio dei loro contenuti emozionali, prima di essere incorporate al Sistema Biodanza, finalizzato alla valutazione degli effetti organici che promuovono e del tipo di vivencia che evocano.
I movimenti naturali dell’essere umano (camminare, saltare, stiracchiarsi…), i gesti connessi ai cosiddetti ‘riti sociativi’ (dare la mano, abbracciare, cullare, accarezzare…) e i gesti archetipici costituiscono i modelli naturali su cui vengono impostati gli esercizi di Biodanza. Tali gesti e movimenti, se realizzati con una musica che intensifichi la cenestesia stimolata dalle categorie motorie in atto, divengono danze all’interno della concezione originaria della danza come movimento di vita.  
La vivencia è l’esperienza vissuta con grande intensità da un individuo nel momento presente, che coinvolge la cenestesia, le funzioni viscerali ed emozionali.

Le ricerche documentano (1) (2) come la Biodanza si dimostri uno strumento efficace anche in termini di benessere percepito, di riduzione dello stress e di autoefficacia percepita con la conseguente ricaduta sul benessere individuale.
Come la psicologia positiva mette al centro del suo intervento elementi come la gioia di vivere, la felicità, l’ottimismo, il funzionamento ottimale dell’individuo e l’espressione di emozioni positive al fine del mantenimento di un buon grado di salute.

AZIONE SULLA PARTE SANA DELL’INDIVIDUO
Fin dalle prime applicazioni del nascente Sistema Biodanza, negli anni Sessanta e Settanta, Toro rivolge il suo interesse verso un intervento riconducibile all’approccio salutogenico e a quelli di prevenzione e promozione della salute collocandosi in una posizione pionieristica a riguardo.  
Toro definiva questo approccio come azione sulla parte sana dell’individuo

Gli abbozzi di creatività dell’individuo, ciò che rimane del suo entusiasmo, le sue occulte capacità espressive, la sua repressa necessità di affetto, la sua sincerità, è mossa da una sorta di volontà di luce per illuminare l’insistente tenebra: se è possibile far crescere la parte luminosa di un ammalato, la parte oscura, rappresentata dai sintomi, tende a ridursi

ROLANDO TORO CONTAGIATORE DI EMOZIONI POSITIVE
il 19 luglio 2011, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato che “La ricerca della felicità è un diritto delle persone”, esortando gli Stati a ricercare misure volte a integrare questo diritto nelle loro politiche pubbliche.
A partire da questo desiderio globale un gran numero di istituzioni il 26 e 27 maggio 2012 organizzarono un incontro sul tema” IL CILE CHE SI PRENDE CURA DI SE” al fine di condividere idee e azioni riguardanti relazioni sane e felicità. Alcune tra le suddette organizzazioni furono: “Healthy UC Università Cattolica del Cile”, Pontificia Università Cattolica del Cile, Ministero degli Affari Esteri, il Ministero della Pubblica Istruzione, la Società cilena di Psichiatria, Neurologia e Neurochirurgia, la Società di Pediatria del Cile, la società cilena di Psicologia Clinica, e altre, al fine di ringraziare persone e istituzioni che agiscono in questa direzione suddividendole in sei categorie:

1) Relazioni sane
2) Gesti di generosità
3) Contagiatori di emozioni positive
4) La spiritualità e il senso della vita
5) Contributo per lo sviluppo tecnico e di ricerca
6) Contributo internazionale.

Considerando il grande contributo di Rolando Toro al nostro mondo, in particolare nella categoria Contagiatori di emozioni positive, dal momento che grazie all’esperienza di Biodanza molti cileni hanno cominciato a essere persone più felici, che contagiano con la loro felicità altre persone e trasformano questo paese in un posto migliore in cui vivere, vogliamo ringraziare pubblicamente Rolando Toro per il suo contributo nella costruzione di relazioni sane e migliori per la qualità della vita in Cile.

Riccardo Cazzulo

Riferimenti bibliografici e sitogafici:

Toro, R. (2000). Biodanza. Como: red edizioni.
www.biodanzaitalia.it








IL BLOG BIODANZANDO
contiene articoli e informazioni sul mondo della Biodanza, della Psicologia Positiva, del benesessere e sulla visione olistica In generale
E' un sito che promuove gli eventi di Biodanza di Riccardo Cazzulo
organizzati da ASD CENTRO STUDI BIODANZA LIGURIA IBF
C.F. 95193910106
ALTRE RISORSE
CONTATTI
riccardocazzulo@gmail.com
339.5459651
Torna ai contenuti